MCR for Health – Missione bellezza

Ciao a tutti,

Parto a bruciapelo con una domanda: “Voi che prodotti usate per la vostra skincare quotidiana?”.

Fino a qualche mese fa non avevo mai sentito parlare di questo brand MCR for Health, per fortuna Babbo Natale mi ha donato uno dei loro prodotti et voilà è scoppiato l’amore ❤ <3.

Stavo proprio cercando un siero adatto alla pelle delicata del mio viso (visto che stavo per finire il mio) e devo dire che è stato proprio un regalo gradito [Grazie Babbo Natale].

Dopo qualche mese di test su strada sono pronta per una recensione dettagliata.

MCR for Health è un brand svizzero, un’azienda abbastanza giovane perché è stata fondata nel 2014, ma con un solo obiettivo, quello di preservare la bellezza che la natura ci ha dato grazie proprio alla natura stessa e alle più evolute tecnologie che ricavano il meglio dagli ingredienti nel pieno rispetto dell’ambiente.

Hanno diverse linee di prodotto dedicate ad ogni tipo di pelle e ad ogni problematica dovuta a fattori esterni (pelle spenta, sciupata) e di età (rughette o pelle atonica), per ora io ho provato il loro siero DEW 2 un gel fluido protettivo, idratante, nutriente e lenitivo. (Non gli manca proprio niente :))

Ha una formula molto ricca, contiene acido Jaluronico puro e acidi naturali della frutta, che permettono grazie anche alla vitamina E di proteggere idratare e lenire la pelle che ha problematiche di secchezza e arrossamenti vari.

Un siero così delicato, idratante e rimpolpante che difficilmente trova eguali nel mercato, si presente in una confezione airless di vetro da 50 ml. una confezione molto “preziosa” e con molto prodotto all’interno (solitamente i siero che ho usato contenevano quasi tutti 30 ml).

Il prezzo potrebbe non essere alla portata di tutti (144€) ma io credo che valga veramente questa cifra poiché fa il suo lavoro ottimamente, da quando lo uso sento veramente la pelle rinforzata e migliorata. Perciò sarei sicuramente tentata a riacquistarlo.

Mi piacerebbe anche provare DERMABOOSTER e 11 SOYEUSE 10

Vi lascio il link al sito di questa azienda così anche voi potere perdervi nella meraviglia dei loro prodotti mcrforhealth.com

Avete mai provato qualcosa di questa Marca?

Vi saluto e vi mando un grosso bacio, buonanotte!

Fra

Elgon e i colori dell’Africa

Ciao a tutti! Come state?

Oggi vi volevo raccontare la breve storia triste dei miei capelli sottili e delicatini.

Fin da quando ero piccola, influenzata – diciamolo – dalle chiome fluenti delle principesse Disney, 🙂 ho sempre sognato capelli lunghi e forti. Pensate che mia nonna una volta mi aveva perfino costruito una parrucca di lana per farmi stare buona :), insomma da sempre i capelli sono sempre stati un mio cruccio. Il sogno purtroppo non si è avverato, non ho capelli lunghi e folti ma, ho trovato ugualmente il modo di renderli curati e con un tocco di brio.

Grazie alla fiera Cosmoprof ho conosciuto varie aziende che trattano prodotti per capelli ma desidero citarne una in particolare: Elgon.

Di sicuro ne avete sentito parlare ma, in maniera rapida voglio raccontarvi la loro filosofia.

“In Elgon i cosmetici non sono solo prodotti, ed il nostro non è solo un lavoro: fare prodotti di bellezza ad elevata performance è il nostro modo di rispondere alla meraviglia del creato, e di celebrare l’intima bellezza dell’uomo e della natura nel rispetto della libertà e dell’uguaglianza degli uomini. Elgon è Colore&Poesia.” [cit]

Infatti Elgon sostiene il progetto di COOPI “D come sviluppo, Il futuro della Sierra Leone è donna” che si occupa di aiutare nella valorizzazione del lavoro e dell’alfabetizzazione della donna nella Sierra Leone. Un progetto molto ambizioso e concreto spiegato i maniera egregia all’evento a cui ho preso parte.

 

I prodotti mi sono piaciuti subito perché molto efficaci e delicati in particolare volevo parlarvi della loro linea Green IMAGEA e in particolare del prodotto PHYTOGUARD che ho provato e che trovo fantastico! Si tratta di un prodotto da utilizzare prima dello styling a capello sia asciutto che bagnato, che agisce come una barriera protettiva per il capello; un nettare che oltre a proteggerci dai raggi UV, dall’inquinamento e dallo smog esercita una attività antiossidante riducendo nel contempo l’effetto crespo. Personalmente ne uso pochissimo e solo sulle punte poiché avendo i capelli molto sottili non ho bisogno di grosse quantità, calcolate che lo sto usando dall’anno scorso e ancora non ho finito la confezione quindi vi lascio immaginare quanto poco ne serva.

 

Il prodotto si presenta in gel in confezione da 150 ml, lo trovate solo dai migliori parrucchieri e il prezzo di vendita è di 15,80€

Sicuramente io lo ricomprerei, appoggio sia gli ingredienti usati che sono di derivazione naturale che la filosofia del brand in generale, pensate che anche il packaging è prodotto con bioplastica proveniente dalla canna da zucchero nel pieno rispetto dell’ambiente.

E ora tocca a voi 🙂 avete mai sentito parlare dei prodotti Elgon? Se si quali altri mi consigliate?

 

Un abbraccio

Fra

 

Un momento di relax per liberare la mente

Ciao a tutti!

Cosa c’è di meglio dello staccare la spina ogni tanto? Specialmente se lo si fa in un luogo magico che riesce a scaldarti il cuore…

C’era una volta, e c’è anche oggi 🙂 nella nevosa Val Badia a San Vigilio di Marebbe un meraviglioso hotel chiamato Hotel Olympia. E il nostro viaggio inizia proprio qui… Immaginate due fanciulle stanche e un po stressate con la voglia di fare una scorpacciata di sano relax e la speranza di stare tranquille per un paio di giorni ecco… non c’è posto migliore.

Io ed una mia amica siamo arrivate dopo un viaggio tranquillo e canterino.

Le prime cose che abbiamo trovato all’accoglienza sono state: un paesaggio mozzafiato, un arredamento super curato e dei sorrisi da favola.

 

Partiamo proprio da questo, ci siamo sentite a casa e per chi viaggia spesso è una cosa fantastica.

Siamo arrivate un po’ più tardi rispetto all’ora di pranzo e ci hanno comunque fatto preparare questa meraviglia

e nel frattempo ci hanno fatto compagnia con aneddoti e storie carine ❤

Ci hanno poi accompagnato in camera, una deliziosa doppia con vista sul paese che la mattina seguente era completamente coperto da una soffice neve bianca.

Dopo un pomeriggio passato alla spa tra piscina idromassaggio, sauna e lettini ad acqua riscaldati (che vitaccia :)), siamo tornate in camera per prepararci per la cena.

E… che cena ragazzi, un vero ristorante gourmet con delle portate di eccellenza e servite da personale gentilissimo e molto professionale. Tutto davvero di gran classe dalla preparazione dei tavoli, all’impiattamento delle portate.

Non c’è nulla di meglio che una cena fantastica in compagnia di una vera amica, e tra una chiacchierata e l’altra abbiamo continuato la nostra serata spostandoci in un altra saletta dell’hotel.

Ogni angolo nasconde mille sorprese…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chiaccherando chiacchierando si è fatta notte perciò… nanna.

Al mattino ho aperto la finestra ed ho trovato questo spettacolo.

 

 

 

 

 

 

La neve in montagna riesce veramente a cancellare tutti i brutti momenti e a ridarmi nuova energia.

Che dire? Un grazie grandissimo a Camilla, Fabiana e Marco di Hotel Olympia per averci fatto passare due giorni indimenticabili, è proprio facile innamorarsi di voi, avete conquistato un pezzetto del mio cuore.

#wearehotelolympia

Ciauuu e a presto ❤

Ascoltare noi stessi, il movimento

Ciao a tutti, il mio percorso di miglioramento continua e dopo lo stress passiamo agli acciacchi 🙂

Da tempo soffro di mal di schiena dovuto principalmente dalla sedentarietà del mio lavoro e dal mio pessimo carattere: non riesco ad esternare sentimenti e pressioni perciò tendo a “trattenere” questo mi porta a sovraccaricare i muscoli che essendo sempre in tensione non riescono a scaricare a sufficienza.

Ho deciso quidi di affrontare un percorso di personal training con sedute di posturologia per evitare di sentirmi già una novantenne alla mia età. Oramai mi conoscete, prima di prendere una decisione devo sondare il terreno e sentirmi completamente a mio agio e devo dire che fin da subito mi sono sentita seguita e capita. Il mio personal trainer è una persona estremamente attenta e riesce a spiegare non solo i movimenti da eseguire ma soprattutto quali muscoli attivano e a cosa servono.

La competenza della persona che ti segue è fondamentale per riuscire ad avere un allenamento costante senza il rischio di fare movimenti errati che andrebbero a influire ulteriormente su una struttura non perfetta.

Quello che si dice: “Fare movimento libera il corpo e la mente” è proprio vero, anche se sei stanco fisicamente è una stanchezza diversa, molto più piacevole.

Vi aggiornerò sui vari progressi del mio percorso e nel frattempo vi saluto e vi invito con tutto il cuore a volervi più bene e ad ascoltarvoi di più.

Un bacione, alla prossima.

LO STRESS COME NON SOCCOMBERE

FIORI AUSTRALIANI

ABFE.png

Ultimamente mi capita di avere la sensazione di girare a vuoto, di non concludere le cose come vorrei e di non poterci dedicare il tempo di cui hanno bisogno.

Mi confermano dalla regia J che però non sono l’unica a sentirsi così, lo stress da cui deriva questa situazione è definito un po’ la malattia del secolo.

In effetti credo che oramai siamo talmente stimolati a fare più di una cosa per volta che il nostro cervellino pazzo va in testacoda e non riesce più a trovare il bandolo della matassa.

Per lenire questo però ci viene ancora in aiuto la natura, conoscete i fiori australiani? Più giovani rispetto ai fiori di Bach, trattano tematiche che all’epoca di Bach non erano considerate come la sessualità, la comunicazione, la creatività, l’abilità di comprensione e la spiritualità.

La loro scoperta e diffusione è avvenuta grazie a Ian White, naturopata e studioso degli Australian Bush flowers.

Sostiene infatti che molti disagi fisici sono indici di uno squilibrio emotivo che appare quando la persona non è in contatto con la sua parte spirituale quindi queste essenze floreali aiutano la persona ad intraprendere un cammino per essere più in sintonia con il suo essere interiore.

Pensate che ci sono oltre 69 essenze singole e che ognuna di esse lavora per un determinato scopo.

Visto quello che ho letto su queste essenze e visto la mia situazione attuale un po’ ballerina hodeciso di intraprendere questo percorso interiore.

Vi saprò sicuramente raccontare come va!

E voi cosa ne pensate? Li conoscevate già? Li avete già provati?

Un bacione enorme!!

Fra

Hatch a whole world

Ciao 👋, 

ci ritroviamo per parlare di un trend nel mondo dei giocattoli. In America sono usciti qualche mese fa e hanno letteralmente spopolato, in Italia stanno avendo lo stesso spettacolare successo e capisco anche il perché 😃. 

Si tratta degli hatchimals 

Sono dei teneri ovetti dai quali escono adorabili animaletti alati. Geniale!

Vengono venduti nei negozi di giocattoli in tre formati: la “blind bag” che contiene un ovetto, il pack con due ovetti e un nido, e quello con 4 ovetti e un personaggio già in vista. Io ho scelto questo cucciolo di leone alato… una meraviglia.

Lo scopo del gioco è collezionare l’intero mondo hatchimals descritto con dovizia di particolari in questa illustrazione  

presente in ogni pack (non nella blind bag). Gli hatchimals sono divisi in famiglie e ognuna di esse ha animaletti comuni, rari o ultrarari, ci sono poi quelli limited edition che vivono a “Cloud Cove” ed hanno la particolarità di essere floccati (in linguaggio comune “pelosetti”) e sono tutti in posizione di volo.

Con i bimbi abbiamo schiuso tutti i nostri ovetti, la cosa più bella è che prima di schiuderli bisogna coccolarli in modo che il cuoricino Viola che hanno in superficie diventi rosa. 

Dopo aver coccolato in nostro piccolino possiamo procedere a schiuderlo cauti cauti 🙂 ​

Non è adorabile? Cioè dove si è mai visto un #cerbiattoalatoazzurroerosa?

Ed ora vi faccio vedere il nostro esercito


Oh mamma sono così carini e coccolosi che la bimba in me sta impazzendo 😍.

Un consiglio per tutti i dischiuditori di uova: sulla superficie degli ovetti si trovano delle macchiette colorate, quel colore indica la famiglia di appartenenza. Così è più facile scovare quelli che ci mancano. E voi li conoscete? Cosa ne pensate?

Ok Alla prossima
Fra

LOL Surprise!!

Ciao mammine e ciao ragazzi, oggi vi parlo di una cosa che è andata SOLD OUT praticamente ovunque, come avete capito dal titolo si tratta delle LOL SURPRISE, deliziose bamboline collezionabili distribuite da giochi preziosi e vendute da toys center e nei migliori negozi di giocattoli.

Non sono SUPER CUTE? Inizio col dire che mi piace moltissimo il fatto che queste palline siano fatte a  strati, per la precisione  7 strati di sorprese. Ma vediamone una insieme. 

Primo strato


Troviamo un indizio su quale potrebbe essere la bambolina all’interno in questo caso il messaggio dice “hot stuff”…

Secondo strato


Ci troviamo gli adesivi che dovremmo appiccicare al tabellone della nostra collezione di LOL. Dovete sapere che ogni bambolina può fare tre cose diverse: piangere, fare pipì o sputare acqua. 😂 chissà la nostra cosa farà…

Terzo strato


Troviamo il biberon che ci servirà per far da bere alla nostra LOL

Quarto strato

Troviamo le scarpine, nel mio caso bianche e morbidine.

Quinto strato


Troviamo il vestitino, è fatto di plastica soft, veramente bello al tatto, tutti gli accessori sono stampati e rifiniti molto bene.

Sesto strato


Troviamo finalmente la nostra bambolina! La mia è così carina e principesca 😍

Ultimo strato 

Troviamo l’accessorio, nel mio caso una Coroncina.

La palla non va poi buttata ma diventa un vero e proprio set di gioco 

Da un lato la vasca da bagno per pulire la nostra amica e dall’altro un salottino completo di porta bevande per farla rilassare.

  • Trovo geniale il fatto che non vogliano sprecare nulla infatti la palla diventerà anche un ottimo piedistallo per mostrare le nostre lol.

A i bimbi sono molto piaciute, si vede che sono studiate e rifinite nei minimi dettagli. Capisco siano andate sold out in breve tempo

 

E voi? Le avete viste? Le vostre bimbe le hanno provate? 

Un bacio a tutti e a presto!